Guida Clienti

Quel quid intangibile di servizio di consulenza connesso alla comunicazione stampata

 

Italgraf riserva una grande attenzione nel seguire i propri clienti, sempre considerati dei veri e propri partner, in tutte le varie fasi, dall’iter progettuale allo sviluppo esecutivo della comunicazione stampata.

 

LINEE GUIDA PER SVILUPPARE UN CORRETTO PREVENTIVO DI STAMPA

CARTA INTESTATA O FOGLI LETTERA

Si intende di norma un foglio in formato cm. 21 x 29,7 (UNI A4) stampato su una carta di tipo “Bianco Flash Premium White” da 90 grs.mq.

La scelta del tipo di carta e la grammatura sono soggettive. Le varie tipologie di campionari messi a disposizione dalle cartiere sono complete e di facile consultazione. Oggi il mercato indica come preferenza la scelta di carte ecologiche.

La visione dei cataloghi può avvenire presso la nostra sede fissando un incontro con un nostro responsabile.

 

DATI PER RICHIESTA PREVENTIVO

Quantità - Numero di fogli

Colori di stampa 1/ 2 o quadricromia CMYK (su ciascun lato del foglio)

Tipo e peso della carta

Esecutivo per la stampa fornito (file digitale PDF, o campione cartaceo).

 

BUSTA COORDINATA

Definizione della tipologie della busta

Commerciale 110 x 220 mm. circa, con o senza finestra, chiusura strip o gommata, aletta quadra oppure appuntita. Tipologia e colore della carta.

Sacchetto (apre sul lato corto), color kraft avana oppure bianco. Soffietti sui lati e/o sul fondo. Chiusura strip o gommata. Formati mm. 220 x 320; 260 x 360; 300 x 400.

 

DATI PER RICHIESTA PREVENTIVO

Numero di buste

Specifiche (dimensioni, chiusura, finestra)

Colori di stampa 1/ 2 o quadricromia CMYK (su ciascun lato del foglio)

Esecutivo per la stampa fornito (file digitale PDF, o campione cartaceo).

 

FOLDER O PIEGHEVOLE

Si intende uno stampato confezionato con una o più pieghe parallele.

Di norma vengono utilizzate carte patinate da 135 grs.mq. sino a 300 grs.mq.

Si possono comunque utilizzare anche carte più pregiate quali le goffrate o le vergate. La scelta della carta viene effettuata mediante la consultazione dei campionari messi a disposizione dalle cartiere o distributori specializzati.

 

DATI PER RICHIESTA PREVENTIVO

Numero di copie

Dimensione del foglio steso

Dimensione del foglio piegato - finito.

Colori di stampa 1/ 2 o quadricromia CMYK (su ciascun lato del foglio)

Esecutivo per la stampa fornito (file digitale PDF, o campione cartaceo).

 

CARTELLINE E FUSTELLATI

Il foglio, dopo essere stato stampato e trattato con un’eventuale finitura (plastificazione, verniciatura UV), viene tagliato con una sagoma irregolare (fustella) il cui costo varia in proporzione alla sua complessità e dimensione.

 

DATI PER RICHIESTA PREVENTIVO

Numero di Cartelline

Dimensione del foglio steso (ingombro)

Dimensione della cartellina chiusa e confezionata.

Colori di stampa 1/ 2 o quadricromia CMYK (su ciascun lato del foglio)

Tipoligia di carta e grammatura.

Tipo di finitura (plastificazione lucida, opaca, verniciatura UV, serigrafia, rilievo) e lati del foglio su cui viene richiesta.

Esecutivo per la stampa fornito (file digitale PDF, o campione cartaceo).

 

BROCHURE O OPUSCOLO

Si intende uno stampato generalmente composto da una copertina e da pagine interne rilegate con punti metallici cuciti sul dorso.

I formati più comuni sono mm. 100 x 210, 210 x 210, 150 x 210, 170 x 240, 210 x 297, 210 x 280.

 

DATI PER RICHIESTA PREVENTIVO

Numero di opuscoli richiesti

Numero di pagine interne (contare le facciate foliazione)

Formato chiuso di un opuscolo

Colori di stampa pagine interne

Tipo di carta e grammatura pagine interne.

Colori di stampa copertinaTipo di carta e grammatura copertina.

Tipo di punti e numero (tradizionali, omega, due oppure quattro)

Esecutivo per la stampa fornito (file digitale PDF, o campione cartaceo).

 

LIBRO, PUBBLICAZIONE

Le specifiche di un libro andrebbero discusse con attenzione e definite dopo un’attenta valutazione dei costi. Vi forniamo qui di seguito i criteri che ci consentono di elaborare un preventivo indicativo.

DATI PER RICHIESTA PREVENTIVO

Tiratura - numero di copie

Dimensione del volume (formato chiuso - formato aperto)

Numero delle pagine interne e colori di stampa

Carta per pagine interne e grammatura

Colori di stampa su ciascun lato copertina

Caratteristiche copertina (alette - rigida)

Finiture copertina (plastifica, serigrafia, rilievo)

Tipo di rilegatura (brossura fresata, cucita)

Tipo imballo e luogo di consegna

Esecutivo per la stampa fornito (file digitale PDF, o campione cartaceo).

 

 

 

GLOSSARIO

 

A

 

ACROBAT

È il programma per la creazione e la gestione dei file Pdf.

 

.AI

Estensione di file realizzato mediante l'uso dell’applicativo software Adobe Illustrator.

 

ARCHITETTURA GRAFICA

È comunemente definito layout, il progetto di uno stampato con simmetrie logiche ed estetiche per scopi comunicativi.

 

ART-DIRECTOR

È colui che ha il ruolo creativo, ha l'incarico di tradurre in immagini i contenuti della comunicazione.

 

B

 

BANDELLA

Parte della copertina, o della sovraccoperta di un libro, che viene ripiegata verso l'interno.

 

BIANCA

Lato del foglio di macchina stampato per primo. Le altre pagine sono sul secondo lato del foglio, chiamato volta.

 

BICOLORE

Macchina per la stampa a due colori con un solo passaggio (stampa tipografica, offset, rotocalco).

 

BODY COPY

È Il testo principale di qualsiasi documento, o annuncio pubbliciatario.

 

BOZZA

Stampa ai fini di controllo di un documento in corso di realizzazione.

Permette un primo giudizio grafico-visivo per la correzione di errori.

 

BROCHURE

Opuscolo o depliant a più fogli ma non rilegato, con pagine cucite a punto metallico.

 

BROSSURA

È il tipo di rilegatura più economica per un libro o allestimento di una pubblicazione. Le segnature, dopo essere state accavallate le une nelle altre, vengono incollate nell'interno del  dorso di una copertina e di cartoncino e poi rifilate sui tre lati.

Può essere fresata o a filo di refe; il primo tipo è di fattura più rapida ed economica, il secondo resiste di più all'usura.

 

C

 

CARTA PATINATA

Carta con uno o più strati di patina, pigmenti e adesivi applicati in cartiera, su una o entrambe le parti del foglio.

La scelta dei componenti della patinatura determina il grado di liscio, il lucido, l’opacità, la stampabilità e la resa cromatica degli inchiostri.

 

CARTONATO

Tipo di confezione pregiata in cui le segnature vengono raccolte e cucite (cartonato cucito) o incollate (cartonato fresato). Il blocco delle pagine viene poi incollato alla copertina,  composta da una plancia di carta o di altro materiale, ed incollata a del cartone che la rende rigida, tramite dei fogli detti 'risguardi' o 'sguardie'.

 

CATALOGO

Opuscolo propagandistico, generalmente illustrato, che riporta l'elenco dei prodotti di un'azienda, con relative descrizioni e prezzi.

 

CIANOGRAFICA

Bozza monocromatica realizzata su carta monosensibile.

Serve al controllo della posizione del testo e delle immagini e della corretta sequenza di piegatura prima della formatura della matrice.

 

CMYK

I colori della stampa offset in quadricromia: Cyan (ciano), Magenta, Yellow (giallo) e Black (nero).

 

COPYWRITER

Fa coppia creativa con l’art director, cercando parole capaci di integrarsi con le immagini.

 

CORDONATURA

È l'operazione che consiste nel creare, nella copertina, delle scanalature in corrispondenza delle quali la rigidità della stessa risulta fortemente ridotta.

 

CTP

Acronimo che sta per “Computer To Plate”.

Elimina l’utilizzo delle pellicole incidendo le lastre direttamente dal personal computer.

 

D

 

DEPLIANT

Pieghevole pubblicitario di poche pagine che raccoglie le notizie di un’azienda o di un prodotto.

 

DORSO

Lo spessore di una pubblicazione sul lato della rilegatura.

 

DTP

(Desk Top Publishing)

Insieme delle tecniche che, per mezzo di personal computer e software di impaginazione, permettono di gestire ed elaborare testi ed immagini e impaginare lavori grafici in generale.

 

E

 

.EPS

Estensione di file di immagine.

 

ESECUTIVO

La versione definitiva di un layout pronta per essere riprodotta a stampa. Su di esso figurano le illustrazioni ed il testo già composto nei caratteri desiderati.

 

F

 

FOLDER

Pieghevole illustrato a più fogli.

 

FONT

File di dati che raccolgono una serie di caratteri fornendo ai computer le informazioni grafiche necessarie a formulare un determinato stile di carattere a video e in output.

 

FOTOCOMPOSIZIONE

Composizione di testi, titoli e grafici eseguita fotomeccanicamente.

Processo che ha quasi completamente sostituito i metodi di composizione manuale.

 

FUSTELLA

Lama sagomata nella forma di un disegno prestabilito in cui si desidera tagliare carta o cartone.

 

G

 

GABBIA

Altezza e larghezza dello spazio occupato dalla stampa del testo all'interno della pagina.

 

.GIF

Estensione di file di immagine solitamente usata per la pubblicazione di documenti su Internet.

 

GRAFICA

È lo studio e la progettazione dell'estetica e della funzionalità dei file stampati, che comprende anche le relative fasi di workflow.

 

GRAMMATURA

Peso della carta espresso in grammi per metro quadrato (G/MQ).

 

H

 

HEADLINE

Titolo, intestazione di un annuncio pubblicitario redatto e composto in modo tale da attirare l'attenzione. Solitamente in esso è sintetizzato il tema del messaggio pubblicitario che si vuole lanciare.

 

I

 

IMMAGINE VETTORIALE

Un’immagine è vettoriale quando è descritta mediante un insieme di primitive geometriche che definiscono punti, linee, curve e poligoni ai quali possono essere attribuiti colori e anche sfumature.

 

IMPAGINAZIONE

Fase di lavorazione successiva al menabò o layout.

Procedimento che mira ad assemblare testi, titoli, foto per la realizzazione di un prodotto editoriale.

 

INTERLINEA

Spazio bianco che viene interposto tra una linea di testo e quella successiva in senso orizzontale.

 

J

 

.JPEG

Estensione di file di un'immagine fotografica.

 

L

 

LASTRA

È la matrice per la stampa off-set. Supporto in zinco sul quale vengono impresse mediante un processo chimico-fotografico le immagini da stampare.

 

LAYOUT

La sistemazione grafica dei vari elementi di un impaginato.

Prevede l’inclusione di headline, l'illustrazione o il bozzetto di un'eventuale fotografia, corpo del testo.

 

LOGOTIPO

Il carattere con cui è scritto il nome di un'azienda o di un prodotto. Spesso, può capitare che il logotipo diventi il marchio stesso dell'azienda.

 

M

 

MENABÓ

Per menabò di un periodico o di un quotidiano (o di un libro), si intende il modello fac-simile sul quale sono date le indicazioni da seguire nell'impaginazione, con gli ingombri precisi dei testi e delle illustrazioni.

 

MOCK UP

È una ricostruzione tridimensionale del layout bidimensionale normalmente utlizzato.

 

N

 

NEGATIVO

L'immagine ottenuta riproducendo l'originale con il procedimento fotografico convenzionale. L’illustrazione è invertita rispetto all’originale cartaceo.

 

O

 

OPUSCOLO

Libretto di poche pagine (al minimo quattro) principalmente usato nella pubblicità diretta e sul punto vendita. Spesso è utilizzato per illustrare l'attività di un'azienda, oppure per descrivere un prodotto o un'attività promozionale.

 

P

 

PANTONE

Standard internazionale della gamma dei colori.

 

PDF

Estensione di file di Acrobat Reader.

 

PELLICOLA

Emulsione fotografica stesa su un supporto plastico flessibile translucido o trasparente.

 

PLASTIFICAZIONE

Trattamento consistente nell’applicare ad un supporto cartaceo o altro materiale compatibile un materiale plastico lucido o opaco tramite collante e pressione. Può essere necessario per aumentare la resistenza del supporto. Abbellisce e protegge lo stampato.

 

POSITIVO

L'immagine fotografica ricavata generalmente da un negativo, nella quale i toni non sono invertiti come nel negativo.

 

.PPD

Estensione di una descrizione Postscript.

 

PROVE COLORE

Stampa speciale di un campione per il controllo del colore di uno stampato.

 

PROVE DI STAMPA

Stampa speciale di un campione per il controllo del layout di un documento.

 

.PSD

Estensione di file realizzato con il programma Adobe Photoshop.

 

Q

 

QUADRICROMIA

L'insieme dei quattro colori utilizzati nella stampa a colori: ciano, magenta, giallo e nero (cyan=C, magenta=M, giallo=Y e nero=K).

 

R

 

REGISTRO

Perfetta sovrapposizione di due o più elementi stampanti.

 

RETINO

Strumento grafico usato per riprodurre i chiaro-scuri di un'immagine. I retini vengono indicati col numero di linee contenute in un centimetro.

 

RITOCCO

Intervento su originali o copie per eliminare imperfezioni o per esaltare forme e colori di un’immagine.

 

S

 

SCANNER

Strumento in grado di individuare e separare nei quattro colori base (rosso, blu, giallo e nero) l'impasto cromatico presente in un fotocolor per allestire le quattro pellicole necessarie per la stampa.

 

T

 

.TIFF/.TIF

Estensione di file di immagine.

 

TIRATURA

Il numero di copie stampate di ogni singolo numero di una determinata pubblicazione.

 

TRATTO

Questo termine, nel linguaggio delle arti grafiche, si riferisce a qualunque negativo, stampa, originale o matrice di stampa che sia composto da immagini a zone di colore piene, senza mezzetinte.

 

U

 

UNI

Normativa Internazionale di Unificazione che, nel campo specifico grafico-cartotecnico, definisce i formati base della carta e dei suoi derivati.

 

V

 

VISUAL

Parte illustrata di un annuncio pubblicitario, fotografia, disegno o testo particolare di caratterizzazione visiva.